martedì 17 dicembre 2019

Convegno “Attilio Manca: la surreale storia dell’urologo siciliano”

Si è tenuto il 18 dicembre il convegno dal titolo “Attilio Manca: la surreale storia dell’urologo siciliano”
presso il Liceo Classico “Fratelli Testa” a Nicosia (EN)
che ha aderito al Concorso nazionale "Il fumetto dice NO alla mafia" dedicato ad Attilio Manca.












All'organizzazione della giornata hanno collaborato ben 5 Comuni (Nicosia, Sperlinga, Troina, Capizzi e Cerami), l'Ordine dei Medici, l'Ordine degli Avvocati, Rotary Club, Kiwanis Club, AMCI, Fidapa
con gli interventi di Luciano Armeli Iapichino, professore, scrittore, autorete libro "Le vene violate. Dialogo con l'urologo siciliano ucciso non solo dalla mafia"
della madre di Attilio, Angela Manca, del sindaco di Troina, Fabio Venezia.
L'evento ha conferito 3 crediti C.o.A.

Articolato su due incontri, uno al mattino per gli studenti ed uno al pomeriggio per la cittadinanza, ha visto una partecipazione numerosa, pubblico preparato e attento.
Tantissima la commozione e sentito l'abbraccio ad Angela Manca e a Luciano Armeli Iapichino, che hanno ricevuto un ulteriore impulso a portare avanti questa battaglia per la verità e la giustizia che li ha visti sempre impegnati attivamente e con determinazione.

Un grande, caloroso abbraccio molto significativo:
l'interesse, l'attenzione delle persone c'è. Tutti coloro che vengono a conoscenza della vicenda restano impressionati e non hanno alcun dubbio non possa trattarsi di un suicidio, ovviamente.
Questo rende ancora più assurdo il fatto che tale tesi venga ancora sostenuta da alcuni e che il caso della morte di Attilio Manca sia stato archiviato quale suicidio per overdose di eroina unita a un mix di alcool e barbiturici.

Noi non archiviamo. Continueremo a raccontare la storia di Attilio Manca. Vogliamo che si indaghi e si cerchi la Verità.

FOTO DI LUCIANO ARMELI IAPICHINO

Nessun commento:

Posta un commento